Agrigento

Agrigento, gestione rifiuti e differenziata: nota del Movimento 5 Stelle

“Leggiamo di una riduzione – scrivono i Consiglieri comunale Marcella Carlisi e Rita Monella – che l’Amministrazione comunale vorrebbe operare riguardo al quinto d’obbligo per il contratto con le imprese che si occupano dell’igiene urbana nella nostra città.

Il panico comincia a dilagare fra gli operatori ecologici: sono quelli che perdono sempre nel confronto fra le varie amministrazioni e le ditte.

Come Movimento 5 stelle Agrigento abbiamo interrogato l’Amministrazione comunale su quali siano le intenzioni per ridurre l’esborso per i cittadini e se si intenda procedere contro la Regione, come dichiarato.

Il dato politico osservabile è che, partendo da un contratto scaturito dal bando della Commissaria (e non dall’attuale Amministrazione) per la gestione dei rifiuti, l’Amministrazione, che si è presentata come la più competente possibile sul rispetto dell’ambiente e della gestione dei rifiuti, ha fatto veramente poco, non riuscendo a far diventare prontamente realtà quanto scritto nel contratto.

Prima la diminuzione del numero dei lavoratori, poi l’implementazione tardiva della differenziata a Fontanelle, con tutte le difficoltà che sono state riscontrate anche a causa, sembrerebbe, della disorganizzazione degli uffici preposti.

Dopo l’eliminazione del servizio di potenziamento di pulizia delle spiagge, che sembrerebbe aver fatto registrare un lieve risparmio, chiediamo se non si possa intervenire ancora sull’articolo 10 del contratto (quello sulla possibilità di miglioramenti) aumentando le quantità di raccolta differenziata, in accordo con le ditte.

Ciò servirebbe a limitare i danni economici dovuti al conferimento a Lentini e i maggiori costi riguardanti il conferimento a Siculiana che, a causa del nuovo impianto di biostabilizzazione, richiederà 1.800 € in più al giorno.

Ci chiediamo perché non si possa aumentare la quantità di differenziata, intanto sensibilizzando la cittadinanza, intervenendo ai VG quotidiani nelle TV locali, con comunicati stampa, con incontri nei vari quartieri e anche nelle parrocchie.

L’aumento della raccolta differenziata è l’unico modo per abbattere i costi.

Tale raccolta potrebbe, con l’accordo dei gestori e la collaborazione dei cittadini, essere realizzata su strada con contenitori dedicati in varie zone della città, separati dai normali cassonetti e con bene evidenziata la loro funzione.

Diminuirebbe il conferimento in discarica e aumenterebbero i ricavi della differenziata, diminuirebbero i cassonetti da svuotare con l’indifferenziato e gli operatori potrebbero essere impiegati in altri servizi di pulizia o di raccolta mentre la diminuzione dell’uso quotidiano dei mezzi verso la discarica porterebbe ad un ulteriore risparmio.

Si eviterebbe anche la situazione dei tanti cassonetti puzzolenti: quelli dedicati a carta, cartone, metalli o vetro non sono “olfattivamente” invasivi.

Si potrebbe anche inserire qualche cassonetto per la raccolta dell’organico, opportunamente posizionato e svuotato.

Si potrebbe cominciare da quartieri più piccoli, meno caotici e dunque più controllabili, per esempio Giardina Gallotti e/o Montaperto.

Abbiamo più volte chiesto il potenziamento delle isole ecologiche riguardo agli orari di apertura affinché chi vuole possa differenziare.

Ci sono anche nuove possibilità di raccolta con sistemi automatizzati che possono essere installati in punti strategici della città. Alcune aziende hanno, infatti, implementato delle macchine che selezionano i materiali e li autocompattano, elargendo premialità per i cittadini conferitori.

Se non tutti in città sono contenti di differenziare perchè non adeguatamente motivati – concludono i Consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle – ce ne sono molti che vorrebbero fortemente farlo e ciò potrebbe contribuire ad abbassare le bollette di tutti. Bollette che gli incivili, spesso, nemmeno pagano.

Differenziare è un dovere di tutti e il Comune deve cercare di mettere, nel più breve tempo possibile, nella possibilità di farlo, tutti quelli che hanno la volontà di alleggerire le bollette comunali e lasciare ai propri i figli un mondo con meno spazzatura nelle discariche… sarebbe davvero una bella eredità!”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top