Agrigento, il cardinale Montenegro: “Fermare barconi non è soluzione”

Agrigento, il cardinale Montenegro: “Fermare barconi non è soluzione”

170 views
0
SHARE
Il cardinale Francesco Montenegro a Porta a porta

Non tutti i terroristi verranno con i barconi, ne sono convinto. Che poi qualcuno abbia potuto fare questo e’ possibile, ma non credo che questo ora significhi ‘Fermiamo i barconi!'”. E’ quanto dice alla Radio Vaticana il cardinale Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento, eletto ieri dall’assemblea generale della Cei, presidente di Caritas Italiana. “Tanti terroristi abitano gia’ in questa Europa e in questa terra, quindi cosa facciamo? Non facciamo piu’ nascere nessuno? – osserva – E se qualcuno per venire in questa terra e fare quello che vuol fare prende l’aereo, fermiamo gli aerei? Credo che non sia soltanto gridando ‘Al lupo, al lupo!’ che risolveremo i problemi. Ci vuole una politica che sia capace e uno Stato che sappia difendersi. Il problema e’ che, purtroppo, certe cose si stanno affrontando a pois – un po’ una cosa e un po’ l’altra – e non nella loro globalita'”. Montenegro dice di ritenere “che gli allarmismi facciano comodo ad alcuni, pero’ con l’allarmismo tu non affronti il problema. Ecco, allora, che tutto cio’ che si e’ fatto fino adesso per l’immigrazione non credo che sia stato fatto affrontando il problema globalmente: un po’ sulle emozioni, quando ci sono i morti, quando muoiono in gran numero; un po’ con delle leggi che cercano di tamponare… Si sta vedendo l’egoismo dell’Europa, che ha paura di affrontare il problema. Si parla di 230 milioni di migranti nel mondo e questo alcuni lo chiamano il “sesto continente”: un mondo senza un continente non e’ completo! Non possiamo far finta che non ci siano”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *