Agrigento

Agrigento, inchiesta androga “Gioventù bruciata”: chieste tre condanne

di Redazione
Pubblicato il Dic 7, 2017
Agrigento, inchiesta androga “Gioventù bruciata”: chieste tre condanne

Udienza, ieri in Tribunale, ad Agrigento, del processo scaturito dall’inchiesta denominata “Gioventù bruciata” che vede coinvolte 4 persone imputate di detenzione di sostanze stupefacenti in una operazione antidroga che vide entrare, a vario titolo, nell’inchiesta altri 6 soggetti, operazione eseguita alcuni anni fa ad Agrigento. La Procura della Repubblica ha chiesto 3 condanne e 1 non luogo a procedere. Nello specifico i magistrati hanno chiesto 3 anni e 5 mesi per Gianluca Infantino, inteso “u catanisi”; 3 anni e 4 mesi per Gaspare Valenti; 6 anni per Giovanni Russo Silvestre; mentre il non luogo a procedere, per prescrizione dei reati contestati è stata chiesta per Giuseppe Pisano. Tutti gli imputati sono agrigentini. Dopo il pm hanno fatto le loro arringhe difensive i difensori degli imputati. Lunedì prossimo la sentenza. Alcuni anni fa, esattamente tre, 6 imputati, col rito abbreviato, furono condannati a complessivi 16 anni di carcere.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361