Agrigento, oggi Csi day: non solo sport ma anche solidarietà

Agrigento, oggi Csi day: non solo sport ma anche solidarietà

0
SHARE
Csi day ad Agrigento

Giovanni Messina, presidente Csi Agrigento
Giovanni Messina, presidente Csi Agrigento

Oggi ad Agrigento, in Piazza Cavour, verrà celebrato il Csi day, in contemporanea con moltissime piazze italiane. Si svolgeranno molte attività ludico sportive riservate a tutti i ragazzi dai 7 ai 12 anni. Ad Agrigento sarà gara anche giornata di solidarietà dato che tutti i giovani sono stati invitati a portare un dono alimentare che sarà destinato all’associazione delle suore di Porte Aperte che giornalmente si occupano delle persone bisognose, sostenendo molti sacrifici.

Giovanni Messina, presidente provinciale Csi ha voluto anche inviare una lettera aperta a tutti i candidati sindaci di Agrigento, ecco il testo:

Egregi Signori,

in occasione delle prossime elezioni del Consiglio comunale, ho sentito la necessità di scrivere questa lettera aperta, nella speranza che attraverso i mezzi di stampa e televisivi, abbiate  la possibilità di leggerla e conseguentemente dedicare un po’ di attenzione a quello che sto per esporre. Io sono Giovanni Messina presidente provinciale del Centro Sportivo Italiano, associazione che promuove lo sport su tutto il territorio nazionale con la presenza di più di un milione di tesserati. Un’associazione importante con innumerevoli riconoscimenti che opera capillarmente, grazie ad una rete di volontari che dedicano il loro tempo libero, nella totale gratuità ai ragazzi, per garantire loro una crescita sana attraverso lo sport. La nostra equipe costituita sicuramente da persone speciali, dirigenti oratoriali, tecnici, arbitri che con un entusiasmo mai smorzato dall’indifferenza dei nostri governanti continuano a profondere instancabilmente modelli educativi di crescita sana, dove i valori fondamentali sono la lealtà, la solidarietà,  l’aggregazione, il rispetto verso i compagni e verso le regole fissate dalle varie discipline sportive. Personalmente è il  50°  anno di attività che mi appresto a concludere e con grande rammarico e dispiacere constato la grande indifferenza verso lo sport di base che non viene totalmente considerato. Se riflettiamo un momento e focalizziamo il comportamento dei nostri giovani, non possiamo  non osservare la loro insicurezza, fragilità paura, mascherata da atteggiamenti arroganti e spesso da bulli. Lo sport se condotto con le persone adeguate e preparate è strumento educativo importantissimo. Noi abbiamo una bella  realtà oratoriale, oltre alle varie società dislocate sul territorio provinciale. Abbiamo tanto da dare, ma non abbiamo i mezzi (strutture sportive) per poter mettere in atto le nostre competenze. Ogni anno ci sono sempre squadre della nostra associazione agrigentina che riportano il titolo di campioni nazionali, spesso premiati anche per il fair play.

Non dimenticate questa realtà, potenziatela, perché avere un mezzo valido con cui portare avanti un processo educativo ed avere anche le persone che se ne possono occupare nella totale gratuità è un valore non indifferente. Io personalmente ho guidato tre generazioni e ne sono profondamente orgoglioso; insieme ai dirigenti abbiamo promosso numerose discipline sportive; basti ricordare il calcetto di San Leone che ogni sera vedeva seduti sugli spalti 1000 persone, giovani anziani, padri di famiglia, turisti che si entusiasmavano. Uno sport spesso  praticato tra mille stenti e difficoltà ma che sortiva un effetto positivo in tutti quelli che lo seguivano.

Spesso mi chiedo come si può essere insensibili a tutto questo… la risposta è sempre la stessa “indifferenza e nessun interesse di rimando” E’ vero che siamo tutti figli di Pirandello ed indossiamo belle maschere per apparire agli altri quello che in realtà non siamo. Mi auguro che qualcuno butti via la maschera ed abbia il coraggio di essere se stesso e di saper riconoscere i veri valori che fanno crescere una società malata come la nostra dove oggi più che mai si ha bisogno di certezze. Apparentemente sarà preso per pazzo, ma ognuno nel proprio intimo lo ammirerà.

Grazie a tutti quelli che avranno la bontà di leggere queste poche righe.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *