Agrigento: treno storico della valle dei templi, prossima partenza sabato 20 agosto

Redazione

Agrigento

Agrigento: treno storico della valle dei templi, prossima partenza sabato 20 agosto

di Redazione
Pubblicato il Ago 19, 2016
Agrigento: treno storico della valle dei templi, prossima partenza sabato 20 agosto

Torna l’atteso appuntamento settimanale con i servizi turistici sulla ferrovia dei templi, la linea Agrigento – Porto Empedocle che attraversa il Parco Archeologico e consente anche di raggiungere anche il sito della Scala dei turchi. La partenza è in programma domani, sabato 20 agosto, alle ore 16 dalla stazione di Agrigento Centrale. Come sempre,  i  viaggiatori potranno scegliere tra la visita al Giardino della Kolymbetra, ubicato a due passi dalla fermata Tempio di Vulcano, la visita della città di Porto Empedocle, oppure ancora raggiungere la Scala dei Turchi attraverso un servizio di collegamento dedicato ai passeggeri del treno storico. Sarà inoltre possibile  visitare l’ottocentesca stazione ferroviaria di Porto Empedocle Centrale, che custodisce numerosi reperti di archeologia industriale e oggettistica risalente al secolo scorso. Il ritorno è programmato per le ore 19 da Porto Empedocle Succursale (19.05 Porto Empedocle Centrale, 19.22 Tempio di Vulcano). I viaggiatori provenienti da Palermo, o dall’entroterra, potranno raggiungere la stazione di Agrigento centrale utilizzando il treno 3932 che parte alle 13.43 da Palermo Centrale, con ritorno alle 20.14 da Agrigento centrale. I biglietti si possono acquistare, al costo di 8 euro per gli adulti e 4 euro per i ragazzi dai 4 ai 12 anni, presso tutte le biglietterie di stazione, agenzie abilitate e sul sito www.trenitalia.com. Per informazioni consultare il sito internet  www.fondazionefs.it oppure chiamare il numero 3138719696.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04