Blitz Overall, arrestati altri sei presunti banditi

Blitz Overall, arrestati altri sei presunti banditi

0
SHARE
Tutti gli indagati del blitz Overall

La Polizia di Stato ha arrestato altri sei componenti della banda del quartiere Zen di Palermo che avrebbero messo a segno diverse rapine ai danni di tabaccherie e centri commerciali. I provvedimenti, rientranti nell’inchiesta Overall, sono stati emessi nei confronti di Giacinto Grimaldi 38enne palermitano, Massimiliano Bronzino, 41enne palermitano, considerati i capi del gruppo criminale, e Salvatore Scasso, 36 anni, Antonio Mazzè, 36 anni, Antonio Di Cara, 34 anni, Salvatore Finocchio di 23 anni. La gang sarebbe responsabile di nuovi “colpi” tra cui quello nella notte tra il 27 e il 28 Giugno dell’anno scorso nel centro commerciale “Euronics” di Capo d’Orlando. Il commando entrò in azione sfondando le porte e vetrate dell’ingresso impossessandosi di cellulari, pc, tablet, televisori.
Alla gang sono stati attribuiti nuovi “colpi” tra cui quello consumato nella notte tra il 27 e il 28 giugno dell’anno scorso al centro commerciale “Euronics” di Capo d’Orlando, quando travisati, sfondando porte e vetrate di accesso, si impossessarono di beni e prodotti tecnologici tra cui cellulari, pc, tablet, televisori per un valore complessivo pari a circa 70.000 euro. Un componente della banda, inoltre, è accusato di avere rubato un’auto e di aver depredato di merce e denaro in due esercizi commerciali in provincia di Messina, assicurando al gruppo un bottino di oltre 50.000 euro. In un altro colpo compiuto a Castelvetrano, invece, il bottino è stato pari a 21.000. Il Grimaldi, in particolare, è accusato anche del furto di una Mercedes classe C, avvenuto in località Locogrande (TP) e di aver rubato merce e denaro due esercizi commerciali, una tabaccheria di Custonaci denominata “La Maison del Tabacco” e l’esercizio commerciale denominato “Dolce sorriso” di Monforte San Giorgio, in provincia di Messina, assicurando all’organizzazione dello “Zen 2″ un bottino di oltre 50 mila euro. Il gruppo, faceva capo a Massimiliano Bronzino, “motivatore” e “leader” dei più giovani e ancora inesperti, è stato ritenuto responsabile di furti presso i centri commerciali “Euronics” di Capo d’Orlando (70 mila euro il valore della refurtiva sottratta) e del furto di tabacchi lavorati esteri, “gratta e vinci” e contanti, nonchè ricariche telefoniche di vari tagli per un importo pari a 21 mila euro presso il centro commerciale “Keidea” di Castelvetrano. Nel mirino della gang esercizi commerciali quali “Leader Profumi s.r.l.” di Palermo, la ditta “Formaggi Sgroi Salvatore s.r.l.” di Carini e vari altri esercizi commerciali del medesimo tipo. Ad alcuni componenti della banda vengono contestati anche furti di autocarri, verosimilmente utilizzati per il trasporto della refurtiva.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *