Caporalato: un euro per un’ora di lavoro, due fratelli arrestati

Redazione

Catania

Caporalato: un euro per un’ora di lavoro, due fratelli arrestati

di Redazione
Pubblicato il Dic 16, 2017
Caporalato: un euro per un’ora di lavoro, due fratelli arrestati

Due fratelli sono stati arrestati dai carabinieri per avere costretto in condizioni disumane cinque romeni a lavorare in aziende zootecniche al confine tra il Calatino e la provincia di Siracusa: lavoravano in nero, senza copertura sanitaria e previdenziale, per oltre 15 ore al giorno, con inizio alle 4 del mattino, 7 giorni su 7 e per circa un euro all’ora.

Erano ospitati in un tugurio di pochi metri quadri, con un solo bagno in pessime condizioni, posizionato vicino a una delle stalle dov’erano ricoverati degli animali.

I due fratelli finiti in manette hanno 50 e 45 anni; il padre, denunciato, di anni ne ha 81. I carabinieri hanno anche sanzionato l’azienda per circa 150 mila euro, tra ammende e violazioni amministrative. Gli arrestati, in attesa della direttissima, sono stati posti ai domiciliari.

Contestualmente nella zona di Paternò un’altra squadra di carabinieri del Nil di Catania, si sono appostati nelle principali piazze del paese, dove si sospettava la presenza di caporali addetti al reclutamento di manodopera in nero, e pedinandone uno si sono ritrovati in un agrumeto di fronte a dieci lavoratori (su 15 operanti, tutti romeni), reclutati completamente in nero.

Al titolare della ditta sono state elevate sanzioni amministrative per circa 30 mila euro e recuperi contributivi per circa 10 mila euro.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361