Codacons, chiede dichiarazione emergenza idrica in Sicilia

Redazione

IN EVIDENZA

Codacons, chiede dichiarazione emergenza idrica in Sicilia

di Redazione
Pubblicato il Nov 5, 2015

“Si dichiari l’emergenza idrica in Sicilia“. Lo chiede al governo il Codacons. “La situazione idrica nella regione siciliana – afferma il segretario nazionale dell’associazione di consumatori, Francesco Tanasi – fa ‘acqua da tutte le parti’. Il premier Matteo Renzi venga in Sicilia a verificare personalmente la crisi in atto e si rendera’ conto della gravita’ della situazione” “Mentre a Messina la carenza di acqua prosegue – aggiunge Tanasi – a Milazzo la rottura di una tubazione della condotta del torrente Floripotema causa forti disagi agli abitanti. A Gela, sesto paese piu’ popoloso della Sicilia, l’incubo acqua perdura da tempo, tanto che alcuni abitanti, esasperati, hanno lanciato la petizione online: ‘Gela come Messina. Da sempre’. A Caltanissetta – sostiene il segretario del Codacons – intanto dai rubinetti scorre acqua e sabbia. A Niscemi dall’inizio della settimana sono state presentate dieci denunce ai carabinieri per la mancanza di acqua. E l’elenco dei disservizi e delle crisi in atto – osserva Tanasi – potrebbe continuare a lungo”. Per questo il Codacons invita il governo a “dare una svolta al problema dell’acqua in Sicilia, con l’adozione di un provvedimento di natura straordinaria”. “Occorre che alle parole del premier ‘e’ vergognoso’ – chiosa Tanasi – seguano anche i fatti: dichiarazione dello stato di emergenza e stanziamento di fondi straordinari, nella legge di Stabilita’ in corso di approvazione, per far fronte al dissesto idrogeologico in atto e per garantire il piu’ essenziale dei servi pubblici”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361