Condannato il medico che operò Giovanni Paolo II: 7 anni e sei...

Condannato il medico che operò Giovanni Paolo II: 7 anni e sei mesi

905 views
0
SHARE
Ignazio Civello

Esclusione dall’attività lavorativa pubblica, interdizione perpetua dai pubblici uffici, condanna a 7 anni e 6 mesi per l’ex primario di Ragusa Ignazio Civello (era stato anche nell’equipe dell’ospedale Gemelli di Roma che operò papa Giovanni Paolo II), oltre a risarcimento danni e spese legali e processuali per Asp, Confconsumatori e un paziente per un totale di 56.000 euro, nonchè indennizzo per un’altra parte civile da liquidare in separata sede con provvisionale di 30.000 euro. Assolti i medici Vincenzo Antonacci e Rosario Arestia.

Il collegio giudicante composto da Vincenzo Ignaccolo, a latere Ivano Infarinato e Eleonora Schininà, dopo circa due ore di camera di consiglio, ha pronunciato la sentenza nel processo che vedeva come imputati l’ex direttore dell’Unità operativa complessa di Chirurgia dell’ospedale Civile di Ragusa Ignazio Massimo Civello e i medici Vincenzo Antonacci e Rosario Arestia.

L’inchiesta venne condotta dai Nas nel 2011 e denominata ‘Alpi Iblee’. Il Pm Marco Rota aveva chiesto l’assoluzione per Antonacci, la condanna per 7 anni e 8 mesi per Civello e un anno e 4 mesi per Arestia. La vicenda, secondo quanto documentato dai carabinieri, riguardava “numerosi casi di concussione ai danni di altrettanti pazienti, indotti dal primario a richiedere le sue prestazioni a pagamento con la falsa prospettazione, in caso contrario, di lunghissime liste d’attesa e della non certezza di essere operati da lui”, e “l’alterazione delle liste d’attesa, dando la precedenza a quei pazienti che erano transitati dagli studi privati del medico”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *