Crea falso profilo Facebook per vendite-truffa ad Agrigento: denunciata ragazza

Crea falso profilo Facebook per vendite-truffa ad Agrigento: denunciata ragazza

0
SHARE

Un profilo civetta con foto di smartphone e computer in vendita e una carta di credito prepagata sui cui versare l’importo richiesto per l’oggetto scelto. Peccato che la venditrice di Varese a cui era intestata la pagina facebook non abbia mai spedito la merce richiesta dai suoi clienti. La 25enne è stata scoperta e denunciata dai carabinieri della stazione di Castellarano (Reggio Emilia) per truffa. Dalla Lombardia la ragazza, già nota alle forze, postava sul suo profilo facebook annunci per la vendita di computer, tablet e smartphone di ultima generazione a prezzi assolutamente convenienti. Le trattative avvenivano attraverso la chat del social network e, non appena veniva accreditata sulla carta la somma richiesta, la venditrice, dopo varie scuse (“ho spedito la merce, il corriere l’ha persa” ecc..), cessava ogni rapporto con la persona truffata, intavolando privatamente nuove vendite. La truffa è stata scoperta grazie a una casalinga reggiana che ha cercato di acquistare dalla ragazza 2 smartphone versando sulla carta prepagata 200 euro. La donna quando non ha visto arrivare la merce si è accorta del raggiro e si è recata in caserma a denunciare l’accaduto. Dopo una serie di riscontri tra l’Ip del computer utilizzato per il profilo trappola e la carta prepagata dove erano stati versati i soldi, i carabinieri hanno catalizzato le attenzione sulla giovane.

Le indagini dei militari hanno anche rilevato che la truffa era la principale fonte di reddito della donna. E’ stato infatti accertato che la donna ha ricevuto in poco più di un anno accrediti per svariate migliaia di euro ai danni di internauti di numerose province italiane (Verona, Napoli, Torino, Varese, Biella, Padova, Roma, Siracusa, Agrigento, Modena, Bologna, Perugia, Brescia, Lecce, Belluno, Bergamo, la Spezia, Cosenza ed Alessandria). Le truffe telematiche stanno aumentando in maniera esponenziale alla luce delle numerose denunce presentate nei vari comandi dell’arma di Reggio Emilia. Per questo motivo i carabinieri del comando provinciale di Reggio Emilia sensibilizzano gli appassionati dell’e-commerce a stare attenti tenendo sempre presente che le cyber-truffe sono dietro l’angolo, o per meglio dire anche dietro un profilo facebook. Ecco perché oltre al fatto di acquistare da siti sicuri è sempre meglio evitare trattive con sconosciuti o perlomeno evitare di pagare anticipatamente.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *