Droga, operazione “Triglie Rosse”: è caccia al sesto uomo

Droga, operazione “Triglie Rosse”: è caccia al sesto uomo

0
SHARE

Non sarebbe ancora conclusa l’operazione antidroga denominata “Triglie Rosse£” con la quale i Carabinieri di Parma, hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare per spaccio di sostanze stupefacenti. I militari,hanno dato corso alle ordinanze emesse dal Gip della città emiliana su richiesta della Procura della Repubblica parmigiana. I carabinieri del comando provinciale di Parma, con l’ausilio di quelli di Agrigento e Varese, hanno eseguito 5 ordinanze di custodia cautelare a seguito di un’attività d’indagine, condotta dal nucleo investigativo, che ha consentito d’individuare e bloccare un consistente traffico di eroina diretto ad Agrigento e ricostruire una rete di spaccio al dettaglio di metadone ed eroina nella nostra Provincia.
Gli arrestati, due dei quali si trovavano già in carcere sono: Gjini Servet, 33enne albanese domiciliato a Saronno e considerato il grossista della banda, Francesco Liuzza, 42 anni pregiudicato siciliano residente a Parma e fulcro del traffico di droga, Antonio Gattuso, 43 anni di Ravanusa, e due spacciatori al dettaglio residenti nel parmense, Andrea Villa 37 anni di Fiorenzuola d’Arda e residente a Parma e Vittorio Canetti, 39 anni di Langhirano e già detenuto presso il carcere di via Burla. Un altro pluripregiudicato siciliano risulta latitante. E proprio su quest’ultimo si concentrano ora gli sforzi degli investigatori per assicurarlo alla giustizia. Massimo riberbo da parte delle forze dell’ordine. (Nella foto in alto Antonino Gattuso, sotto, Francesco Liuzza)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *