Guardia costiera, controlli a Porto Empedocle, Licata e San Leone

Guardia costiera, controlli a Porto Empedocle, Licata e San Leone

0
SHARE

Controlli e sequestri della Guardia costiera nei cantieri navali siciliani. Undici le strutture sottoposte ad accertamenti nel compartimento marittimo di Porto Empedocle (cinque a Licata, tre a Sciacca, una empedoclina, una a San Leone e un’altra a Lampedusa. Nei confronti di un cantiere navale di Sciacca e’ stata disposta dall’Asp la sospensione dell’attivita’ per consentire, entro il termine di 60 giorni, lavori di adeguamento e messa a norma di attrezzature non conformi. Nei confronti di un cantiere navale di Licata, il cui titolo concessorio e’ risultato scaduto nel 2012 (senza pagamento, da tale data, dei canoni previsti), la Guardia Costiera ha operato il sequestro dell’intera struttura (composta, oltre al cantiere navale, da due scali d’alaggio, una gru su tralicci e diversi locali in muratura, per una superficie totale pari a 1.225 metri quadri) mentre il titolare della societa’ e’ stato denunciato all’autorita’ giudiziaria per il reato di occupazione abusiva. Presso un altro cantiere navale di Licata, debitamente munito di titolo concessorio in corso di validita’, sono state riscontrate innovazioni non autorizzate: anche in tal caso la Guardia Costiera ha deferito il titolare dell’impresa. Ulteriori verifiche sono in corso, infine, per accertare la regolarita’ della documentazione in tema di igiene e sicurezza dei luoghi di lavoro in possesso delle imprese titolari dei due cantieri navali di Porto Empedocle e Lampedusa.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *