Incendio doloso di una Fiat Panda, filmato ed arrestato l’autore

Redazione

Catania

Incendio doloso di una Fiat Panda, filmato ed arrestato l’autore

di Redazione
Pubblicato il Giu 24, 2016
Incendio doloso di una Fiat Panda, filmato ed arrestato l’autore

Ieri pomeriggio, i militari della Stazione di Calatabiano (CT) traevano in arresto il Giuseppe Nicotra, 35enne, di Taormina, già condannato per reati contro il patrimonio ed in atto sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali.

L’arresto è scaturito delle indagini condotte capillarmente dai Carabinieri della locale Stazione, i quali nel pomeriggio del 17 aprile scorso intervennero in via Torrente S. Beatrice di Calatabiano, in pieno centro cittadino, ove era stata segnalata un’autovettura Fiat Panda avvolta dalle fiamme.

I militari, avviate immediatamente le opportune indagini, dopo qualche ora dal grave atto incendiario, riuscirono a raccogliere inconfutabili elementi di prova a carico del 35enne già noto per avere motivi di acredine nei confronti dei familiari della proprietaria dell’auto. Sospetti avvallati da alcune immagini acquisite dagli investigatori da una videocamera attiva in zona, che immortalò le fasi dell’attentato incendiario permettendo agli inquirenti di identificare l’autore e delineare la natura dolosa dell’evento.

Alla luce di ciò, la Procura Generale della Repubblica del Tribunale di Catania presso la Corte d’Appello, dopo aver preso atto degli indizi raccolti a carico del l’uomo emetteva il presente provvedimento restrittivo nei confronti dell’uomo ritenuto responsabile di violazione della misura di affidamento  in prova ai servizi sociali ed incendio di autovettura.


Dal Web


  • Catania

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Catania

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Catania

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Catania

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361