Ingiusta detenzione: risarcito con mezzo milionedi euro per 5 anni e 29...

Ingiusta detenzione: risarcito con mezzo milionedi euro per 5 anni e 29 giorni di carcere

391 views
0
SHARE
Il Tribunale di Catania sede di Corte d'Appello

Cinquecento mila euro di risarcimento per cinque anni e ventinove giorni di carcere. E’ questa la decisione della terza sezione penale della Corte di appello di Catania che ha esaminato  la richiesta di risarcimento per ingiusta detenzione presentata dall’avvocato Angela Porcello nell’interesse di Giuseppe Giuliana, 49 anni, nato in Francia da genitori canicattinesi e sempre vissuto tra Canicattì e Delia, accusato dell’omicidio dell’imprenditore di Sommatino Filippo Lo Valente, ucciso sotto casa  durante un tentativo di rapina l’11 settembre del 1994. Sarà il Ministero dell’Economia a mettere materialmente mani al portafoglio e chiudere così una intricata vicenda che ha avuto per protagonista anche il pentito di Canicattì Antonino Cigna che aveva accusato Giuliana di aver preso parte alla rapina sfociata nel delitto. I processi a carico del canicattinese si erano conclusi con la condanna definitiva a 19 anni di carcere. Poi, Giuliana ottenne la revisione del processo e il suo alibi originario venne confermato e per questo scagionato.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *