L’Akragas a Macerata per la finale Scudetto, il Siena vince 2-1 ed...

L’Akragas a Macerata per la finale Scudetto, il Siena vince 2-1 ed è la prima finalista

0
SHARE
Gradinata, i tifosi in festa

Giovedì decisivo per la Poule Scudetto, il mini torneo che vede raggruppate le squadre neo promosse in Lega Pro sfidarsi per il titolo di Campione d’Italia Serie D 2015. Le squadre rimaste nel tabellone sono Siena,Castiglione,Maceratese e Akragas, accoppiate in ordine.

SIENA IN FINALE. La prima semifinale ha visto di scena, allo “Stadio Tubaldi” di Recanati , i bianconeri di capitan Daniele Portanova e i lombardi del Castiglione. Davanti a circa 350 spettatori la partita appare piacevole, soprattutto nella prima mezz’ora di gioco. Il Siena sembra aver il pallino del gioco in mano ma anche i lombardi non sembrano affatto intimoriti. La partita si sblocca al 69° della ripresa con un gol di Crocetti, abile a farsi trovare pronto dopo un tiro respinto dal palo. Il raddoppio dei senesi arriva a 5 minuti dal termine con Titone che , analogamente alla prima rete, sigla il 2-0 con un facile tap-in. Al 90° il Castiglione accorcia le distanze con un gol di Cazzamalli ma ormai per i biancorossi non c’è più nulla da fare. Il Siena, forse la più blasonata squadra dell’intera Serie D, è la prima finalista per lo Scudetto 2015. Adesso, il secondo nome uscirà dopo il match tra Maceratese e Akragas.

Mister Feola
Mister Feola

La squadra di Feola andrà di scena, alle 20.30 allo stadio “Helva Recina” di Macerata, contro la Maceratese, squadra che ha conquistato il primato del proprio girone avendo la meglio sulla Juve Fano.

L’Akragas vuole ottenere la vittoria che le permetterà di giocarsi il prestigioso titolo di campione d’Italia. La finale si giocherà Sabato 30 Maggio, sempre all’Helva Recina di Macerata e il match sarà ripreso dalle telecamere di RaiSport. Il Pordenone è la squadra campione in carica.

LA VIGILIA. I biancorossi delle Marche sono allenati da Giuseppe Magi che alla vigilia afferma:” “Dopo aver affrontato il Rimini in cui giocava Ricchiuti e il Siena in cui giocava Portanova, ora affrontiamo l’Akragas in cui gioca Baiocco – spiega l’allenatore Giuseppe Magi – Sono tre giocatori con esperienze di A e ciò dà l’idea di quanto abbiamo fatto. Per noi è un grande orgoglio disputare questa partita. Ci piacerebbe andare avanti, anche per il fatto che giochiamo in casa, ma l’Akragas è molto forte”.

QUI AKRAGAS. Il dubbio che ancora Feola non ha sciolto è legato alle condizioni di Peppe Meloni. Il bomber sardo è tornato a giocare i minuti finali , dopo un mese di stop, della partita con la Fidelis Andria. Al suo posto, probabile l’impiego di Dezai Tresor dal primo minuto con conseguente scelta di Bonaffini a centrocampo a far coppia con Baiocco. In porta dovrebbe tornare D’Alessandro.

QUI MACERATESE. Al centro della difesa torna Marini dopo la squalifica, a sinistra D’Alessio dovrebbe riprendere il suo posto come esterno di difesa, con il ritorno di Cordova sul versante opposto. Resta fuori Cervigni, impegnato in un torneo, oltre agli infortunati Grassi, De Crescenzo e Villanova.

GRANDANGOLO. A partire dalle 20.30 la nostra redazione seguirà con aggiornamenti, immagini e statistiche LIVE dall’Helva Recina di Macerata. Seguici su www.grandangoloagrigento.it

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *