L’Akragas vuole “espugnare” l’Esseneto, ad Agrigento arriva la Juve Stabia: le ultimissime

L’Akragas vuole “espugnare” l’Esseneto, ad Agrigento arriva la Juve Stabia: le ultimissime

0
SHARE
Lo stadio Esseneto rinnovato

Akragas in campo contro  Fidelis Andria
Akragas in campo contro Fidelis Andria
Manca ormai davvero poco al calcio di inizio dell’anticipo che aprirà l’ottava giornata del campionato di Lega Pro, girone C. All’Esseneto di Agrigento, inizio ore 14:00, si sfidano l’Akragas di Nicola Legrottaglie e la Juve Stabia di mister Zavattieri, che siede sulla panchina delle “Vespe” per la seconda volta dopo l’esordio a Cosenza di domenica.
Le due squadre vivono momenti completamente diversi; da una parte gli agrigentini che rappresentano una delle più belle sorprese di questo inizio di campionato, con un momentaneo secondo posto alle spalle della capolista Casertana condiviso con i “cugini” messinesi; dall’altra, la Juve Stabia, squadra con grande blasone ma che ha avuto non pochi problemi durante questo travagliato avvio. Una serie incredibile di infortuni, soprattutto muscolari, hanno decimato la squadra che, in sette partite, ha perso 4 volte e vinto una soltanto. Proprio per questo motivo, sulla panchina delle “Vespe” c’è già il cambio di panchina con Nicola Zavettieri che per la seconda volta guiderà la squadra dalla panchina.

legrottaglie in panchinaQUI AKRAGAS. Nicola Legrottaglie sembra aver sciolto qualsiasi dubbio riproponendo la stessa formazione che ha avuto la meglio sulla Paganese, sabato scorso. Il modulo è confermato, con i centrali Capuano e Marino e i terzini Scrugli e Sabatino. In mezzo al campo si prende la maglia da titolare Sergio Almiròn, giocatore per il cui Legrottaglie ha speso parole importanti nella conferenza della vigilia. Almiròn, se concentrato e nella condizione ottimale, può rappresentare l’arma in più di questa squadra che non vuole smettere di stupire. In avanti spazio a Di Piazza e Madonia. Probabile panchina per Roghi e Leonetti anche se l’attaccante andriese ha più chance di ottenere una maglia nell’undici iniziale. Indisponibili Thiago Chazè, infortunatosi agli adduttori, e Peppe Savanarola ancora in fase di recupero dal brutto infortunio della scorsa stagione.

nunzio-zavettieri-938x535QUI JUVE STABIA. Nunzio Zavattieri è arrivato a Castellamare di Stabia solamente da due settimane e ha capito fin da subito che la situazione in casa non fosse delle migliori. Proprio per questo motivo il trainer delle “vespe” ha cercato di intervenire, ancor prima che sull’aspetto tattico, su quello della convinzione e sul carattere della squadra, facendo leva sulle motivazioni che spingono gli atleti a battersi. E, in effetti, è proprio questo quello che è venuto fuori dall’ultimo match della Juve Stabia, in trasferta a Cosenza. Più che ottenere importanti spunti tattici si è assistito a comunque una dignitosa prova di orgoglio di una squadra con un blasone importante. Oggi ad Agrigento, probabilmente, la Juve Stabia cambierà modulo di gioco , abbandonando il consueto 3-4-3 per passare ad un più equilibrato e coperto 4-4-2. Le numerosi defezioni in squadra metteranno a dura prova Zavattieri che, però, può tirare un sospiro di sollievo per quanto riguarda le condizioni di Bombagi, unico ad essere recuperato per il match di oggi.

I PRECEDENTI. Al momento la differenza tra le squadre appare ben evidente con un Akragas che, seppur rappresenti una neo-promossa, agguerrita e molto più compatta. La Juve Stabia ha racimolato esattamente la metà dei punti degli agrigentini ma, come ha detto Legrottaglie nella conferenza della vigilia, guai a sottovalutare un avversario ferito nell’orgoglio. L’ultima volta che le squadre si sono affrontate è stato nella stagione 1992, nell’allora Serie C2: il risultato fu 1-1. Il bilancio comunque rimane a favore dei campani che , in altre tre occasioni giocate in Sicilia, sono usciti sempre con punti. Oggi l’Akragas cercherà di invertire il trend.

LA TERNA. Ad arbitrare il match dell’Esseneto sarà Gianni Bichisecchi della sezione di Livorno coadiuvato dagli assistenti Ruggeri e Guddo di Palermo .

stadio esseneto pioggia1STADIO. I primi dati parlano di circa 2500 prevendite acquistate per il match di oggi che, comunque, si gioca in anticipo e in un orario non del tutto agevole. Si cercherà di arrivare a quota 3000 con i botteghini dello stadio che saranno aperti in mattinata.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *