Licata, azione di contrasto al racket e all’usura

Licata, azione di contrasto al racket e all’usura

0
SHARE

Ieri il conferimento di una targa all’imprenditore Francesco Urso che non ha avuta alcuna esitazione a denunciare un tentativo di estorsione ai suoi danni, oggi un’altra iniziativa del Commissario Straordinario, Maria Grazia Brandara, nel prosieguo della sua incessante azione tesa al rispetto delle regole ed alla tutela di chi si schiera a fianco della legge e contrasta la criminalità organizzata.

A tal proposito con una direttiva indirizzata al dirigente dei servizi finanziari del Comune, il Commissario straordinario ha disposto la stesura di uno “schema di regolamento che disciplini le modalità di esenzione per i tributi locali di competenza,- si legge testualmente nella direttiva – per un periodo predeterminato di tempo, a favore degli esercenti di un’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o liberi professionisti che subiscono un danno a beni mobili o immobili, ovvero lesioni personali, in conseguenza di azioni commesse allo scopo di costringerli, anche tramite propri rappresentanti o collaboratori, ad aderire a  richieste estorsive, o, per ritorsione alla mancata adesione a tali richieste e che abbiano fornito all’Amministrazione Giudiziaria tramite notizie di reati, denuncia, o querela, elementi decisivi per la ricostruzione dei fatti e per l’individuazione o la cattura degli attori delle richieste estorsive”.

<<Con questa iniziativa – spiega il Commissario Brandara – si intende, come Amministrazione comunale, e nell’ambito delle proprie competenze, dare un concreto contributo all’azione di contrasto ai gravi fenomeni del racket e dell’usura, nella consapevolezza che lo Stato, come già dimostrato nel caso Uso, tramite le forze dell’ordine, è pronto a stare vicino a chi, nonostante le pressioni, decide di stare dalla parte della legalità e della ragione>>.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *