Mafia, arrestato commissario vigili urbani che definiva i colleghi “crasti”

Mafia, arrestato commissario vigili urbani che definiva i colleghi “crasti”

418 views
0
SHARE
Gaetano Vivirito

Gaetano Vivirito
Gaetano Vivirito

C’è anche un vigile urbano, accusato di corruzione, tra i 39 arrestati all’alba di oggi nell’operazione antimafia che ha smantellato il mandamento ‘Pagliarelli’ di Palermo. Il commissario della Polizia Municipale, Gaetano Vivirito, definiva i suoi colleghi troppo solerti “crasti”, cioè cornuti, mentre ribadiva che era “più facile avvicinare un collega uomo che una donna”. Secondo l’accusa, il mafioso Antonino Calvaruso, proprietario reale di un autolavaggio intestato a un’altra persona, che ospitava anche summit di mafia, avrebbe chiesto al vigile urbano una somma di denaro in cambio di un intervento per evitargli delle sanzioni dopo un accertamento dei vigili urbani. La somma pattuita tra i due sarebbe stato di 350 euro. “Vivirito era al servizio di Calvaruso – spiega il Procuratore aggiunto Leonardo Agueci – Fa impressione vedere come in un colloquio il vigile si esprime nei confronti dei suoi colleghi che non fanno altro che il loro dovere, definendoli ‘crasti’. Sentire una persona che indossa la divisa in questo modo è una cosa che mi disgusta. Ma questo episodio fa capire quanto incida ancora Cosa nostra sulle strutture sociali”. Vivirito è stato posto agli arresti domiciliari.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *