Naufragio immigrati, Pm Vella ad Agrigento: “Se barconi si fermano affondano”

Naufragio immigrati, Pm Vella ad Agrigento: “Se barconi si fermano affondano”

0
SHARE
Immigrati soccorsi e salvati

“Gli scafisti usano imbarcazioni non impermeabilizzate che non sono fatte per galleggiare. Se si fermano in mare affondano nel giro di due ore”. Lo ha detto il sostituto procuratore di Agrigento Salvatore Vella in un’intervista trasmessa al Gr3 della Rai. “Gli scafisti – ha proseguito – usano migranti per condurre queste navi. Quindi non usano membri dell’organizzazione ed è gente che dalle indagini risulta che magari sono stati addestrati a guidare un’imbarcazione soltanto la sera prima. E’ gente che non ha nessuna esperienza di mare e gli si affidano 200, 300 persone che poi muoiono. Noi oggi riusciamo ad arrestare questi elementi; non riusciamo a toccare, nella stragrande maggioranza dei casi, l’organizzazione che lucra milioni di euro. I nostri migranti ci raccontano che la vigilanza del porto di Zhuara, una cittadina a nord ovest di Tripoli – ha affermato – i porti e le persone che loro considerano merce umana sostanzialmente vengono vigilate da uomini in uniforme armati, con armi da guerra”. Per il pm, “E’ un fenomeno che non si riesce a fermare. Il problema non è neanche solo la Libia che oggi è una polveriera; il problema sono anche gli stati sub sahariani di cui noi conosciamo pochissimo. Niger, Nigeria, Ghana, Senegal, da cui partono oggi masse enormi di persone. Non vedo soluzioni facili ne” immediate”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY