Palermo, confiscata azienda a imprenditore ‘postino’ della mafia

Redazione

Giudiziaria

Palermo, confiscata azienda a imprenditore ‘postino’ della mafia

di Redazione
Pubblicato il Mar 7, 2017
Palermo, confiscata azienda a imprenditore ‘postino’ della mafia

La Guardia di finanza di Palermo ha confiscato una società edile di Altofonte, del valore di 4,5 milioni di euro.


Il provvedimento è stato disposto dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, a conclusione dell’iter successivo al sequestro nei confronti dell’imprenditore Andrea Di Matteo nel 2014.

Arrestato nel 2010 con l’accusa di aver fatto parte della famiglia mafiosa di San Giuseppe Jato-Altofonte, Di Matteo svolgeva il ruolo di tramite per la trasmissione di messaggi tra i componenti del clan e il latitante Domenico Raccuglia, al quale Di Matteo stesso aveva anche fornito denaro e ospitalità.


Dal Web


  • Giudiziaria

    M5S, l’esclusione Dalli Cardillo: “Fuori per il caso La Gaipa, sono stato tradito”

    Pubblicato il 21 01 2018

    Erano tre le preferenze che ciascun iscritto poteva esprimere nei confronti di un candidato. Un sistema sicuramente innovativo nel panorama democratico italiano che - però - ha presentato anche alcune problematiche “tecniche”: soprattutto nelle prime ore di mercoledì - primo giorno di votazion..

    Continua a Leggere

  • Giudiziaria

    Porto Empedocle, secondo giorno di sciopero degli operatori ecologici

    Pubblicato il 21 01 2018

    Niente raccolta dei rifiuti a Porto Empedocle per il secondo giorno di fila: non c’è stata la fumata bianca dopo l’incontro - avvenuto nella mattinata di ieri - tra il primo cittadino Ida Carmina e i lavoratori che protestano per il ritardo nel pagamento degli stipendi. Secondo giorno di sciope..

    Continua a Leggere

  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361