Agrigento

Quei fiori sul banco, bellissimi e dannati, per Giuseppe Barbato. Riposa in pace, figliolo

In ricordo di Giuseppe Barbato.
Giovanissima anima candida volata in cielo anzitempo.
Una tragedia.
Anzi, una tragedia nella tragedia.


Nessuno ancora crede a quello che è accaduto nemmeno l’intero istituto scolastico “Foderà”.
Tanti compagni di Giuseppe a rendergli omaggio, in lacrime e increduli. Il cuore straziato.
Il dirigente scolastico Patrizia Pilato ha voluto rendere omaggio ed onore al povero Giuseppe, drammaticamente deceduto nell’incidente di domenica mattina all’alba.
Una riunione nell’atrio del “Foderà”, presenti tutti gli amici e i compagni di Giuseppe ha reso tangibile una verità non desiderata: Giuseppe non c’è più.
Lettere strazianti lette da diversi compagni di classe e di istituto. Nessuno è riuscito a finire la lettura perchè il pianto ha preso il sopravvento.
Poi, il discorso della dirigente Patrizia Pilato, che ha voluto rendere omaggio a Giuseppe nel migliore dei modi.
Prima leggendo alcuni passi sulla importanza della vita e poi facendo ascoltare a tutti una canzone emblematica, l’Immenso, di Negroamaro.
A quel punto nessuno ha saputo trattenere le lacrime.
Ma ancor peggio è stato vedere i fiori sul banco di Giuseppe. Dannati e bellissimi. Come dic iamo nel titolo.
Dannati e bellissimi perchè certificano una verità amara: Giuseppe, povero figlio mio, è morto.
Ed anche un giornale come il nostro si incazza.
E piange Giuseppe.
Ti stringo forte, figliolo. E riposa in pace.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top