Regali e “mazzette” in cambio di ‘sconto’ multe: arrestati tre agenti della Polstrada. Perquisita caserma Lungaro

Redazione

Apertura

Regali e “mazzette” in cambio di ‘sconto’ multe: arrestati tre agenti della Polstrada. Perquisita caserma Lungaro

di Redazione
Pubblicato il Ott 12, 2016
Regali e “mazzette” in cambio di ‘sconto’ multe: arrestati tre agenti della Polstrada. Perquisita caserma Lungaro

Sceglievano le loro “vittime” con cura: piccoli imprenditori e commercianti in particolare. Un sistema di minacce e mazzette che andava avanti da diversi mesi. 

Oggi, però, la svolta. I poliziotti della Squadra Mobile di Palermo, agli ordini di Rodolfo Ruperti, hanno arrestato tre agenti della Polizia Stradale: gli assistenti capo Nicolino Di Biagio, Giuseppe Sparacino e Francesco Paolo Minà tutti in servizio presso la Caserma Lungaro, sottoposta stamane a perquisizioni.

Per loro l’accusa è di corruzione, concussione e falso.

A far scattare le indagini sono stati due commercianti, stanchi di subire le vessazioni da parte dei pubblici ufficiali.

Dalle intercettazioni sono emersi pagamenti di “mazzette” e consegna di regali da parte dei commercianti agli agenti della stradale.

Nei confronti dei tre, il gip ha disposto gli arresti domiciliari.


Dal Web


  • Apertura

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Apertura

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Apertura

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Apertura

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361