Tar sconfessa Ministero Difesa: agrigentino di 22 anni verrà arruolato

Tar sconfessa Ministero Difesa: agrigentino di 22 anni verrà arruolato

414 views
0
SHARE

R.V.di 22 anni di Agrigento aveva presentato la domanda di partecipazione al concorso pubblico , per titoli ed esami, per il reclutamento di 2165 volontari in ferma prolungata nell’esercito, nella marina militare e nell’aeronautica risultando idoneo ma non vincitore del suddetto concorso. Esercitato il diritto di accesso agli atti, ai sensi della legge sulla cd.  “Trasparenza amministrativa”, il giovane agrigentino rilevava che non gli era stato attribuito il punteggio spettante  a fronte del possesso della qualifica di agente di polizia giudiziaria,previsto per i soli candidati in servizio nel corpo delle capitanerie di porto che concorrono per il medesimo corpo. Il giovane agrigentino ha allora proposto un ricorso davanti al TAR del Lazio, con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Daniele Piazza, lamentando la violazione della normativa inerente il procedimento amministrativo, nonché’ una grave forma di eccesso di potere, sotto il profilo del difetto di motivazione. In particolare gli avvocati Rubino e Piazza hanno censurato i provvedimenti impugnati atteso che  i documenti attestanti atti, fatti, qualità’ e stati soggettivi sono acquisiti d’ufficio quando sono in possesso dell’amministrazione procedente, ovvero sono detenuti istituzionalmente da altre pubbliche amministrazioni, in attuazione del principio costituzionale del buon andamento della pubblica amministrazione; donde l’illegittimita’ della mancata attribuzione del punteggio spettante al ricorrente essendo gli attestati relativi ai titoli posseduti dal ricorrente gia’ in possesso dell’amministrazione resistente presso la quale il ricorrente medesimo ha prestato servizio. Il TAR del Lazio, Sezione Prima Bis, ritenendo fondate le censure formulate dagli avvocati Rubino e Piazza, ha accolto la richiesta cautelare contenuta nel ricorso, ed ha ordinato al Ministero della Difesa di valutare la qualifica di agente di polizia giudiziaria posseduta dal ricorrente. Pertanto, per effetto del l’attribuzione di tale ulteriore punteggio, il giovane agrigentino verrà’ collocato in graduatoria tra i vincitori del concorso e verrà’ arruolato quale volontario in ferma prolungata.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *