Terme di Sciacca verso chiusra, il sindaco Di Paola: “Non ci arrendiamo”

Terme di Sciacca verso chiusra, il sindaco Di Paola: “Non ci arrendiamo”

0
SHARE
Il sindaco Di Paola con amministratori e consiglieri di Sciacca

“Non ci arrendiamo. Stiamo provando in tutti i modi a far riaprire le terme, per salvare la stagione e i posti di lavoro, per evitare che una chiusura prolungata porti al degrado e al vandalismo delle strutture e degli impianti”. È quanto dichiara oggi il sindaco Fabrizio Di Paola dopo la missione a Palermo, con incontri in diversi uffici della Regione Siciliana, di mattino e pomeriggio della delegazione istituzionale di cui hanno fatto parte il presidente del Consiglio comunale Calogero Bono, i consiglieri comunali Ignazio Catanzaro, Vittorio Di Natale, Simone Di Paola, Michelangelo Graffeo, Lorenzo Maglienti e l’assessore David Emmi. Presenti anche lavoratori delle Terme di Sciacca.
L’iniziativa, promossa congiuntamente da Amministrazione e Consiglio comunale, è stata assunta la settimana scorsa nel corso di una conferenza dei capigruppo consiliari, dando seguito a quanto l’organo consiliare ha deliberato nella seduta straordinaria del 14 aprile. Ieri a Palermo, la delegazione ha avuto in mattinata un incontro alla Presidenza della Regione Siciliana col capo di gabinetto del presidente Crocetta. Nel pomeriggio, altri incontri nella sede dell’assessorato regionale all’Economia con la responsabile delle Partecipate e il liquidatore delle terme.
“E’ stata una giornata intensa e anche sfiancante. Ma non demordiamo – dice il sindaco Fabrizio Di Paola –. Le istituzioni, le forze politiche locali, stanno spingendo al massimo affinché si arrivi a concretizzare quanto da settimane andiamo proponendo, con le uniche soluzioni possibili per riaprire al più presto le Terme. È stata una giornata di confronti e di ulteriori approfondimenti tecnici e giuridici. Pare che ci sia una maggiore convinzione a portare avanti con decisione la proposta di affitto del ramo d’azienda e di portare a conclusione l’interlocuzione con l’Asp per la gestione dello stabilimento termale. In settimana si è stabilito un incontro con il direttore generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale. Intanto il liquidatore predisporrà le relazioni tecniche per riconvocare l’assemblea dei soci delle Terme S.p.A. da cui si dovrà passare per ottenere il via libera alla gestione pubblica provvisoria dello stabilimento e alla gestione temporanea di un privato – attraverso un mini bando – del Grand Hotel, in attesa dell’avviso per la gestione pluriennale di tutto il patrimonio”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *